Pisatela – Ramo del Cigno

Il Buso della Pisatela è un’ottimo ripiego quando tutte le altre grotte sono allagate dalla troppa pioggia. Grazie ai due by-pass del lago Stargate (che sifona quando la grotta è in piena) è possibile percorrere tutto il Ramo Giacobbi e la maggior parte dei suoi rami laterali. E così abbiamo fatto.

Punto d’innesto del Cigno nel Giacobbi – Le basse condotte del Brutto Anatroccolo 

Giunti nel punto ritenuto da tutti il più bello della Pisatela (e che oggi aveva anche un bel getto d’acqua) abbiamo svoltato a sinistra nel meandro iniziale del Ramo del Cigno che, per le sue caratteristiche (stretto ed a volte molto basso) è stato denominato Brutto Anatroccolo. Il nome non deve trarre in inganno perchè ci sono dei tratti di condotta freatico-vadosa veramente belli intervallati da nicchie concrezionate ed un paio di camini levigati.

Meraviglia nel Cigno – Il Brutto anatroccolo si trasforma in Cigno 

Poi, il Brutto Anatroccolo si trasforma in Cigno e la galleria diventa molto grande dove si cammina sopra grandi blocchi di crollo con l’attivo che scorre sotto e riaffiora ogni tanto.
Al suo termine ci s’infila in una frana e si percorre una cinquantina di metri in stretta condotta al livello dell’attivo fino a sbucare in una saletta dove, con una scaletta di corda, si sale nella Sala d’Aspetto. A fianco della scaletta un piccolo tubo freatico riporta sull’attivo dove abbiamo fatto dietro-front perchè bisognava strisciare nell’acqua (oggi la grotta era molto carica dalla pioggia del giorno prima e della notte). Non certi che la prosecuzione fosse lì, e paghi del tratto percorso, siamo ritornati indietro.
Pausa merenda, foto di gruppo insolita e poi fuori per concludere in bellezza al Bar Rana.

Lo Speleo-Team di oggi: San, Miguel, Angela, Pierga, Simo, Massi
Nota Bene: la foto è dritta, siamo noi che siamo a testa in giù!

Clicca qui per vedere tutte le foto fatte

Un commento:

  1. E' stata una splendida uscita fatta assieme a dei cari amici con cui era tanto che non andavamo in grotta assieme. Grazie della compagnia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *