Home

Il Buso della Rana è una delle poche grotte italiane ad essere state inserite nell’elenco dei Siti d’Interesse Comunitario (SIC IT3220008) della rete Natura 2000. Grazie alle sue peculiarità, merita rispetto e tutela da parte di tutti i visitatori e dalle amministrazioni del territorio.

Il camino di quota 43 nel Ramo Principale

Da una segnalazione di Maurizio Da Meda Risalito negli anni 1980-1981, si…

View more

Risalita la colata nel Ramo Trevisiol

Gli speleologi del Gruppo Grotte “Trevisiol” hanno completato la risalita della bella…

View more

Il sito Rana-Pisatela vince il premio “Italia Speleologica”

La Società Speleologica Italiana ha istituito il Concorso Italia Speleologica che ha…

View more

Foto 360° al Lago d’Ops

di Sandro Sedran La tecnologia consumer ultimamente sta spingendo parecchio verso la…

View more

SIC della Montagna Vicentina: Buso della Rana

Veneto Agricoltura ha reso disponibile per il download gratuito il libretto sul…

View more

Rami 120-Acqualandia

Ramo dei 120 – Acqualandia Testo di Sandro Sedran La partenza del…

View more

MQuadro, l’ultimo dei rami scoperti

Articolo di Sandro Sedran, foto S-Team Nel 2008 veniva scoperto sopra il…

View more

Attenzione! Il Buso della Rana è una cavità labirintica ad andamento sub-orizzontale percorsa da numerosi torrenti. In caso di pioggia molti tratti di gallerie vengono rapidamente allagati rendendo impossibile il ritorno all’esterno. La Valutazione del regime idrico richiede una conoscenza specifica della cavità. L’accesso oltre il sifone è consigliato solo ad esperti speleologi o accompagnati da essi; le diramazioni interne NON sono segnate e bisogna conoscere la strada.

Mantenete pulita la grotta! Sia dentro che fuori: non abbandonare rifiuti e soprattutto non fare segni sulle pareti. Se proprio volete vivere l’avventura dell’esplorazione, segnate il percorso con i classici omini di pietra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *